Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2019

Restiamo umani!!!

Me... Come madre...

Eccoti!
Oggi ti incontro, e ti conosco oggi,
niente sarà più come prima.
Sei amore, sei l'immenso,
sei una meraviglia.
Io ti amo. Lo ripete la mia mente, lo prova il  mio cuore e lo sentono le mie viscere nel profondo.
Ti amo e ti amo veramente.
Da ora. Dall'istante in cui ti ho incontrata.
Oggi insieme a te nasco anche io,
ma come madre.
Ti ho avuto nella mia mente per lungo tempo, con tuo padre.
Eri un pensiero.
Poi il tuo cuore ha cominciato a battere dentro di me.
Quindi c'eri, ti sentivo muovere,
ma ancora non ti conoscevo.
Come sono come madre?
Felice oggi, felice sempre con te e per te.
Provo gioia, provo paura.
Fare troppo o dare poco.
Paura di quello.
Un "oggi" non so di cosa hai bisogno, un altro "oggi" riesco a capire, invece.
E cerco di darti il meglio,
do tutto cio che ho.
Un giorno riesco, un altro sbaglio.
Ma ci sono. Ci sto provando.
Spero di farcela.
Mi avvicino a te, perché per te ci sono.
Hai bisogno del mio amore.
Io ho bisogno del t…

Estremamente vero.

A-social network

In un'epoca in cui basta fare clik con un mouse per richiedere o stabilire fantomatiche amicizie... ...Tanti ti dicono:  "ti sono amico", pochi ti dimostrano di esserlo e ancora in meno ti trattano come tale.  I rapporti stanno molto cambiando.  Sta avvenendo una introversione sociale, in cui la gente non racconta piu niente di sé  a nessuno, in maniera sana. Dove l'ascolto empatico è quasi inesistente.  Relazioni umani autentiche e reali soppiantate da incontri virtuali e da nuove dinamiche malate.   Ora raccontare di sé, ti porta dietro ad uno schermo, ed equivale a uno sbandieramentio di una realtà di vita che si vuol far credere agli altri.  Ora  l'ascolto o l'esserci per l'altro e' diventato spiare incuriositi dietro l'onda di programmi demenziali tipo Grande Fratello. I social stanno logorando e distruggendo l'anima dei rapporti umani. Gli A-social Network.

La Felicità secondo Zygmunt Bauman.

La felicità non consiste nella libertà dai problemi, dalle preoccupazioni, dalle ansietà, ma al contrario sopraggiunge quando superiamo i problemi, le angustie, le difficoltà della nostra vita... ...Effettivamente lottare contro queste difficoltà, questi disagi, contro le impasse, le minacce e le paure della vita utilizzando le proprie abilità costituisce la strada per la felicità. Zygmunt Bauman

Semplice.

Diciamoci la verità, sui rapporti umani è stata fatta molta filosofia. Ma il funzionamento è semplice, basta distinguere chi ti vuole bene da chi ti vuole male, e da chi ti voleva bene ma si è fatto trasportare da chi ti vuole male. E i curiosi dagli amici fedeli, i secondi ti chiedono le cose per capirti e non per saperle come fanno i primi.

Inoltre... Chi ti vuole male, se commetti un  errore è sempre lì  a puntare il dito, ad accusarti e ad allontanarti, il vero amico accetta il tuo errore, semplicemente perché ci tiene a te.

E ancora sulle barriere mentali...

Annuncio

Si commenta da sè

Giornata Mondiale delle Malattie Rare

Dobbiamo imparare dai bambini...

La bellezza intera delle cose.

Da questa immagine è possibile osservare in parte la bellezza di questa mimosa. Non è possibile ovviamente sentirne il meraviglioso profumo. Ricordardiamoci sempre che il freddo schermo di un apparecchio elettronico può  mostrare solo in parte l'immensa bellezza insita nelle cose. Impossibile coglierne l'intero valore.

"La bolla di cristallo opaco". Pisa 06 febbraio 2019

Solita storia...  Arrivo a scuola e eccolo, l'omino di turno che parcheggia nel posto auto per disabili.  Mantengo la calma, mi avvicino con la macchina e gli dico: "scusi quello è il posto disabili, io devo scaricare 2 carrozzine". L'omino impreca: "p***a miseria". Torna indietro trascinando il povero nipote come un carrello della spesa. Rimonta in macchina, sposta la macchina e scende dinuovo per accompagnare il nipote a scuola. Ora... ecco... non mi colpisce la sua non curanza,  non penso sia maleducato o altro.  Mi colpisce la sua totale mancanza di visione dell'altro!  Non uno sguardo verso di noi... non uno: "scusate", ma figuriamoci!!! Lo vedevo, lui era lì ignaro di tutto, forse non si era neanche accorto di noi, ne di quanto potesse essere bello e importante quel gesto di spostare la macchina per consentire a due bambine di entrare agevolmente a scuola. Era come se fosse del tutto incapace di vedere. Chiuso nella sua bolla di cristal…

Rapporti a senso unico

Sana conclusione del giorno. Mai accanirsi sui rapporti a senso unico. Meglio non portarli avanti. Sono tempo perso, danno poco, la controparte li rompe con estrema facilità e soprattutto hanno il gusto di plastica.

Ovvio e scontato che con il termine rapporti si intenda un sistema che coinvolge due persone.
Il rapporto a senso unico è però una brutta sottospecie, che coinvolge si due persone, della quale una però è motivata a curare e portare aventi il rapporto, l'altra invece no, ci sta per profitto o interesse, se non per senso del dovere. Ma a differenza della prima persona non nutre sentimenti amorevoli verso l'altro, ma sentimenti malevoli o a limite di indifferenza. Sono rapporti che se portati avanti cronicizzano un sistema relazionale patogeno e controproducente.
La vita è troppo breve per sprecarla dietro alle persone sbagliate. Chi non ti accetta per come sei non ti merita. ViVi al massimo, sii te stesso e non cercare le persone giuste, sarà la vita a farvi incontrare.

Questa storia...

Il visino rivolto all'insu più belo del mondo.

Ieri è stata una giornata decisamente cominciata male. Con un grande spavento. Il timore che il piccolo germoglio non ci fosse più. Quindi corsa in ospedale. Controlli vari.  E per fortuna era tutto a posto. Mentre rientrato ho incontrato loro che andavano verso scuola. Dentro la macchina ho scorto il visino della splendida stellina che col nasino verso il cielo osservava la pioggia.  Ero meravigliosa.  Vita di mamma. Meravigliosa.

Soluzione a tutti i mali dell'umanità!

Più menti aperte e più bocche chiuse.
Se solo la parola ritornasse a chi ha la mente aperta.... Ma purtroppo la masse danno parola ai trascinatori, e i trascinatore rappresentano le masse.  Questo è il danno della società attuale. La convinzione che abbia sempre ragione la maggioranza è molto pericolosa. È vero che la maggioranza vince, ma ciò non vuol dire che la maggioranza abbia anche ragione. Anzi credo proprio che più si attivano i  neuroni più ci si sentirà controcorrente e impopolari. Allego foto non a caso.
Niete è facile nella vita.  Le cose più grandi e più belle sono quelle che si conquistano con molto impegno e duro lavoro. Ma tutto si può fare, e si può fare al meglio se ci guida l'amore.